Mantenersi belli, in forma e in buona salute dipende certamente da un'adeguata attività fisica, ma non basta: ad essa va abbinata un'alimentazione equilibrata e corretta. Ciò non vuol dire adottare una dieta equilibrata solo ogni tanto, per “correre ai ripari” dopo che si è esagerato. Il segreto, infatti, è la costanza: va seguito un regime alimentare sano per tutto l'anno, perché, più che le grandi rinunce per brevi periodi, sono utili piccoli e ben affrontabili sacrifici sempre.

I principi basilari per alimentarsi bene

Si possono individuare alcuni principi basilari di un'alimentazione equilibrata:

- Seguire la dieta mediterranea fatta di alimenti freschi, naturali e locali, senza conservanti o additivi chimici.
- Non saltare mai i pasti: il digiuno non dà risultati, anzi, è controproducente, affatica il corpo e rallenta il metabolismo.
- Fare porzioni ridotte, perché l’ideale è suddividere il cibo in 5 pasti al giorno, evitando di mangiar troppo tutto insieme: colazione, spuntino a metà mattina, pranzo, spuntino pomeridiano e cena.
- Non privarsi di tutto, perché anche essere troppo rigidi è sbagliato: fa solo innervosire e cadere più facilmente in tentazione; quindi sì alle eccezioni, a patto che rimangano tali.


Si raccomanda anche di:

  • Consumare almeno 5 porzioni quotidiane di frutta e verdura (specie di stagione) per assumere vitamine e sali minerali e regolare il metabolismo.
  • Mangiare tante fibre, contenute soprattutto in frutta, verdura e legumi.
  • Evitare nello stesso pasto alimenti con la stessa funzione nutritiva - ad es. più porzioni di proteine o di carboidrati – e ogni tanto optare per dei piatti unici (pasta o riso freddo, zuppe di legumi ecc.).
  • Usare condimenti vegetali, in primis l’olio extravergine d’oliva, contenendo il consumo del burro.
  • Non rinunciare a pane e pasta, che, se non eccessivi, sono preziosi: bisognerebbe fossero inseriti in ogni pasto, specie quelli integrali.
  • Mangiare il pesce fresco, da preferire alla carne (senza demonizzarla), perché più digeribile e magro. Si può distinguere tra pesci grassi (come salmone e sgombro) e pesci magri (merluzzo, nasello, orata, sogliola ecc.), ma tutti sono benefici, perché i loro grassi sono sempre “buoni”, polinsaturi (ad alta concentrazione di omega 3), anticolesterolo e antiossidanti.
  • Ridurre i grassi e gli alimenti raffinati: i formaggi non più di 2-3 volte a settimana, pochi dolci, specie se molto ricchi ed elaborati, poche carni rosse e pochi insaccati, optando piuttosto per carni bianche, coniglio e tacchino).
  • Bere tanto: al giorno 1,5-2 l di acqua o altre bevande non zuccherate.

Un'attività fisica costante, moderata e personalizzata


Un'alimentazione equilibrata, varia e sana va coniugata a un regolare, consono movimento fisico, senza mai strafare, personalizzato in base a necessità e caratteristiche di ciascuno. Può trattarsi di corsa, bicicletta, walking, sport di squadra o qualsiasi altro sport, ma anche semplicemente di fare le scale piuttosto che prendere l'ascensore, andare al lavoro a piedi invece che in auto ecc.

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 2001.

 
Top
Per offrirti un'esperienza di navigazione ottimizzata e in linea con le tue preferenze, Solaci 2008 e i suoi partner utilizzano cookies, anche di terze parti. Chiudendo questo banner acconsenti al loro impiego in conformita' alla nostra Cookie Policy. More details…